Persone

La forza lavoro del Gruppo

Gli investimenti di Banca IFIS nelle risorse umane del Gruppo continuano: rispetto ai 618 di fine 2014, a fine 2015 i dipendenti sono diventati 724 di cui 585 con contratto a tempo indeterminato, 66 a tempo determinato, 53 con contratto di apprendistato professionalizzante e 20 dipendenti all’estero. Va evidenziato il grande impegno della Banca nella stabilizzazione dei contratti di lavoro che ha comportato la conferma a tempo indeterminato, nel corso del 2015, di oltre 40 dipendenti.

Tale trend di crescita positivo è legato al continuo sviluppo commerciale della Banca, al cospicuo investimento nel settore DRL, al consolidamento di una struttura organizzativa orientata all’innovazione tecnologica e, contemporaneamente, alle necessità di assecondare un mercato di riferimento dove la gestione del rischio rimane una priorità.

Gli inserimenti sono stati realizzati quindi in buona parte in: ruoli di relazione e gestione del cliente imprese, core business storico della Banca (sviluppatori commerciali, analisti fidi e analisti controparti); in ruoli di supporto e gestione dei non-performing loans (addetti alla Gestione Analitica delle pratiche, al Call Center e al Servizio Operativo e alla struttura di Valutazione e Back Office) e in ruoli di supporto tecnico (organizzativi, informatici) e legale (in particolare nel Contenzioso Retail). Nell’ambito dell’Area Non Performing Loans sta continuando su tutto il territorio nazionale il reclutamento di Consulenti del Credito per il potenziamento della rete interna di agenti in attività finanziaria.

Anche per il 2016 si prevede una crescita dell’organico in doppia cifra e gli ambiti di riferimento rimarranno prevalentemente quelli del 2015.

Selezione, Formazione e Sviluppo

L’attività di selezione è la più onerosa del Servizio Sviluppo in termini di risorse impiegate. La ricerca dei candidati più qualificati e motivati da inserire nelle diverse aree operative/di business per rendere coerenti la qualità e quantità degli organici con gli obiettivi strategici e di crescita previsti dal Gruppo è impegnativa ma contestuale alla consapevolezza di dare opportunità di impiego a persone capaci in un mercato del lavoro stagnante.

Le autocandidature sul sito istituzionale della Banca, nonché attraverso diversi social network, in modo particolare LinkedIn, sono ormai diventati la fonte principale di recruiting, rispecchiando in ciò l’approccio innovativo e tecnologico della Banca.

Per la maggior parte dei ruoli, la selezione avviene attraverso il percorso più tradizionale (screening dei curricula, colloquio motivazionale, colloquio tecnico, ecc.); per le specifiche figure di Sviluppatore Commerciale e Agente in Attività Finanziaria/Consulente del Credito sono proseguiti per tutto il 2015 i processi di reclutamento massivi istituiti nell’anno precedente. Questi si sviluppano attraverso un iniziale “Web Streaming Open Day” orientato alla presentazione della Banca e del ruolo ricercato e alla conseguente esclusione di risorse disallineate a livello motivazionale. L’iter prosegue poi attraverso colloqui via Skype che permettono di selezionare una rosa di candidature limitate da inserire in fase di Assessment. L’Assessment Center permette di misurare specifiche competenze professionali e personali richieste dal ruolo di sviluppo e consulenza attraverso mirati e diversificati test e prove di gruppo, costruiti con l’ausilio di consulenti esterni. In particolare, nel corso del 2015 si sono tenuti 8 Assessment Center per i Consulenti del Credito e 6 per gli Sviluppatori Commerciali.

Nel corso del 2015 la Banca ha partecipato anche ad iniziative di recruiting organizzate da enti universitari (Finance Day dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Career Day presso le Università degli Studi di Padova e di Firenze) che hanno permesso di individuare giovani laureati con potenziale da assumere con contratto di apprendistato.

Il 2015 è stato un anno ricco di iniziative formative e di opportunità di crescita in Banca IFIS con consistenti investimenti nello sviluppo delle persone, attraverso interventi mirati ad approfondire tematiche tecnico/funzionali, soft skill e competenze manageriali. Il piano formativo del 2015 è stato progettato principalmente sulla base del sistema di valutazione delle prestazioni, il “Performanagement”, attraverso il quale i manager hanno segnalato le necessità formative dei propri collaboratori.

Le principali novità nelle attività formative sono state:

  • percorsi formativi strutturati per livelli di complessità (livello Base e Avanzato);
  • introduzione di una piattaforma E-Learning volta ad erogare percorsi formativi “blended” e a monitorarne la fruizione da parte dei partecipanti;
  • allestimento di un'aula di formazione digitale attraverso cui favorire la digitalizzazione dei comportamenti e dell'apprendimento;
  • standardizzazione del modello di apprendimento Experience Learning per tutte le attività formative, con l'obiettivo di valorizzare l'operatività e l'orientamento al miglioramento delle performance.

Nello specifico le attività formative organizzate nel 2015 sono state indirizzate alla crescita di competenze per figure specifiche appartenenti alle diverse aree di Business e all’aggiornamento continuo su temi di maggiore rilevanza professionale:

  • formazione per CMT: vólto a favorire la crescita professionale degli Account Executive di filiale attraverso approfondimenti sull’analisi di bilancio, su aspetti tecnico-legali e su competenze comportamentali (17 partecipanti);
  • formazione Apprendisti: 2 edizioni dedicate ai colleghi con contratto di apprendistato, con docenze interne su aspetti tecnico operativi della Banca (26 partecipanti);
  • formazione BU Farmacie: percorso vólto a favorire l’inserimento e l’integrazione dei colleghi della nuova BU con approfondimenti su sistemi e procedure della banca (8 partecipanti);
  • CrediFamiglia School: un percorso di formazione (che ha sostituito la precedente NPL Academy) finalizzato a preparare professionisti specializzati nella gestione stragiudiziale di crediti non performing, prevedendo la preparazione all’esame OAM e una formazione teorica e pratica volta a consentire l’esercizio in autonomia dell’attività di consulente del credito (25 partecipanti);
  • sviluppatori commerciali: percorso formativo che ha l’obiettivo a formare e sviluppare le competenze tecnico/funzionali/commerciali dei nuovi sviluppatori commerciali di Credi Impresa Futuro, della durata di sei settimane con formazione a cura di docenti interni ed esterni (4 edizioni nel 2015, per un totale di 35 partecipanti);
  • workshop Top Management: due giornate tenute dalla società Ambrosetti in cui sono state affrontate tematiche legate alla cultura aziendale e al miglioramento continuo, ideato a seguito delle valutazioni emerse dal percorso di valutazione del Management (28 partecipanti);
  • Scrum Master Certified: corso orientato a fornire competenze strutturate nell'ambito ICT attraverso l'approccio “Scrum Master” (12 partecipanti);
  • LinkedIn: progetto rivolto a tutti i dipendenti della Banca dedicato alla conoscenza e all’approfondimento dello strumento in linea con l’approccio social della dell’istituto (247 partecipanti);
  • sicurezza informatica, condotta attraverso il progetto formativo “Stay aware, Stay secure” che ha coinvolto l’intera popolazione aziendale in un gaming innovativo a squadre. Tale corso ha coinciso con il lancio della nuova Piattaforma E-learning (700 partecipanti);
  • lingua Inglese: continua l’erogazione di corsi di lingua inglese ai dipendenti, divisi per livello di conoscenza previo test di posizionamento, per un totale (in aumento dal 2014) di  98 partecipanti (escluse lezioni/traduzioni e consulenze linguistiche 1-1 con dirigenti); nel 2015 abbiamo inoltre varato il primo step di un programma didattico focalizzato su 10 specifici ruoli professionali, mirato a portare ad un efficace e rapido miglioramento della lingua in un contesto di business, con modalità “blended learning”; i partecipanti che supereranno il primo step, parteciperanno ad un programma di full immersion nel 2016;
  • analisi di Bilancio per flussi: un corso specialistico sviluppato in 3 edizioni con l'obiettivo di fornire il supporto legato all'analisi di bilancio per flussi (35 partecipanti);
  • formazione Soft Skill: in base alle esigenze formative emerse dal sistema di valutazione sono stati organizzati corsi relativi alle tematiche di Comunicazione, Analisi e Problem Solving, Pianificazione, Programmazione e Gestione del Tempo, Tensione al Risultato, Lavoro e Spirito di Gruppo (76 partecipanti);
  • servizio Aggiornamento Permanente di “The European House-Ambrosetti”: anche quest’anno la banca ha dato la possibilità ai dirigenti di partecipare a questo servizio dedicato al top management italiano. Iniziativa in parte finanziata grazie alla richiesta di voucher formativi tramite FONDIR (15 partecipanti);
  • antiriciclaggio: sono stati organizzati interventi mirati per i colleghi del servizio Raccolta Retail e corsi on-line attraverso la Piattaforma E-learning per tutti i neoassunti; (112 partecipanti);
  • sicurezza: erogati i corsi previsti per neo assunti, quelli di aggiornamento per tutto il personale e quelli dedicati ai preposti. (79 partecipanti).

Per quanto riguarda la gestione e valutazione delle risorse, segnaliamo i buoni risultati ottenuti dal sistema di valutazione professionale, il Performanagement, che verrà utilizzato, con alcuni miglioramenti, anche per il 2015 e del “progetto Mentoring neo assunti” per facilitare l’inserimento dei neo assunti in Banca.